In base alla normativa in materia di privacy applicabile, Fondazione Ezio Tarantelli - Centro Studi Ricerca e Formazione, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.

A FIRENZE LA CISL E LA FONDAZIONE TARANTELLI LANCIANO IL PROGETTO EUROPEO BREAK BACK, SERVIZI E TUTELE INNOVATIVE PER IL SINDACATO DEL FUTURO

Serve ancora il sindacato? Come può raggiungere efficacemente i lavoratori nella società frammentata, nell’economia della conoscenza e nella digitalizzazione? Come può personalizzare le tutele, senza dimenticare le fasce più deboli e precarie? Con queste importanti domande ha preso avvio, al Centro Studi nazionale della Cisl a Firenze, il progetto europeo: “Break up to get back together (BreakBack): una ricerca pluriennale, guidata dalla Cisl, che si concentrerà su servizi e piattaforme di tutela sindacale innovativi. All’università del lavoro della confederazione, da oltre sessant’anni attiva sulle colline fiorentine, si sono incontrati per la due giorni di apertura del progetto, docenti universitari e sindacalisti provenienti da numerosi paesi europei.
La ricerca è stata fortemente voluta dalla Cisl e dalla Fondazione Ezio Tarantelli, e successivamente selezionata e co-finanziata dalla Commissione Europea
I "servizi" su cui si concentrerà il progetto sono rivolti a persone che hanno particolare necessità di sostegno o protezione: giovani che cercano il primo posto di lavoro; disoccupati di lunga durata, lavoratori deboli che richiedono sostegno al reddito, formazione o altri servizi di base; lavoratori dipendenti che hanno bisogno di accedere a particolare forme di assicurazione e assistenza; lavoratori autonomi, anche di alto profilo, che necessitano di consulenza fiscale e professionale; lavoratori migranti da supportare con percorsi di integrazione e riconoscimento delle competenze. "L'impatto di servizi e tutele innovativi sull'appartenenza sindacale e sulle relazioni industriali – sottolinea in una nota la Cisl -si incrocia con l’esigenza di "rivitalizzare" l’azione del sindacato per raggiungere gruppi e individui che sono spesso esclusi da tutela e rappresentanza. Il progetto Break Back – continua il sindacato - non si concentra su servizi fini a se stessi, ma su strumenti coerenti con la nostra storia: volti a includere e rappresentare tutte le forme di lavoro: dai lavoratori atipici, alle partite iva, ai lavoratori, dipendenti e non, che operano su piattaforme digitali". "È importante – conclude la nota di presentazione della confederazione -  supportare questa ricerca/azione che si avvale di significative competenze a livello europeo e che verrà realizzata in collaborazione con la Confederazione Europea dei Sindacati, con i dipartimenti di scienze sociali delle Università di Firenze, Copenhagen, Barcellona, Vilnius, oltre che attraverso il supporto del Centro di ricerca sull’economia sociale Diesis, attivo in tutta l’Unione Europea”.

Fondazione Ezio Tarantelli - Centro Studi Ricerca e Formazione
Sede: Via Po, 21 – 00198 Roma
Sedi operative: Viale Castro Pretorio, 116 – 00185 Roma – Tel. +39 06 84731 Fax +39 06-8473526
C/O Centro Studi Cisl - Via della Piazzola,71 – 50133 Firenze - Tel +39 055 5032111 Fax +39 055 578057

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Twitter: @Fond_Tarantelli